crollo cantiere firenze 5 morti

L'attualità in comunicazione aumentativa alternativa

21 Febbraio 2024

16 Febbraio . Firenze 5 operai morti. in CAA

Adattamento simbolico di Alessio Infurna

    1.

    caa pdf scaricabile gratis

    2.

    caa pdf scaricabile gratis

    3.

    caa pdf scaricabile gratis

    Il 16 febbraio a Firenze un cantiere è crollato.

    5 operai sono morti.

    In un anno circa mille (1000) operai muoiono sul lavoro.

    • IF informazione Facile si impegna a fare informazione usando la Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA).
    • Pensiamo che questa scelta risponda al nostro obiettivo di offrire informazione accessibile.
    • Abituare le persone che usano la CAA per accedere allo scambio comunicativo a interessarsi ai principali temi di attualità è una sfida che proviamo ad accettare.
    • “Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) è il termine usato per descrivere tutte le modalità di comunicazione che possono facilitare e migliorare la comunicazione di tutte le persone che hanno difficoltà ad utilizzare i più comuni canali comunicativi, soprattutto il linguaggio orale e la scrittura“. Dal sito di Isaac Italy.
    • Per saperne di più sulla Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA) vai al sito: La CAA – Isaac Italy.
    • In questo modo vogliamo che anche chi ha gravi difficoltà nell’accedere alla comprensione di un testo scritto e, più in generale, comprendere la realtà sociale e politica che lo circonda possa gettare uno sguardo sul mondo che lo circonda.

    ARASAAC.

    Per quanto riguarda i testi e le immagini citati, gli autori sono a disposizione degli aventi diritto. VIETATA LA RIPRODUZIONE.

    Alessio Infurna per i suoi testi usa i simboli ARASAAC.

    ARASAAC offre un set di simboli completi per la Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) di oltre 11.000 simboli descrittivi e stilizzati tradotti in più di 23 lingue che vengono utilizzati da professionisti per scopi diversi.

    LEGGI ANCHE: 19 Febbraio . La morte di Navalny in CAA

    Foto da Wikipedia.

     
    CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *