11 Luglio 2024 |

Tempo di lettura: 7'

Stati Uniti. Partito Democratico: aumentano le pressioni per far ritirare Joe Biden

Dopo il disastroso dibattito con Donald Trump ci sono molti dubbi sulla salute e sulla lucidità del presidente

Il 28 giugno c’è stato un primo dibattito tra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il candidato repubblicano Donald Trump.

Joe Biden è il candidato del Partito Democratico.

Joe Biden è apparso fragile: si è impappinato spesso e non è sembrato sempre pronto o lucido. 

I commentatori hanno giudicato la sua prova disastrosa.

Joe Biden compie a breve 82 anni e ci sono dubbi sul suo stato di salute.

Dopo il dibattito del 28 giugno, una parte importante del Partito Democratico ritiene che Biden sia troppo anziano e fragile per poter vincere contro il candidato Repubblicano Donald Trump.

La questione di un eventuale ritiro di Biden resta centrale nella discussione politica.

Ci sono richieste ufficiali e ricostruzioni di riunioni sempre più preoccupate fra politici Democratici e finanziatori della campagna.

Joe Biden ha ripetuto più volte di voler rimanere candidato alle presidenziali di novembre.

Il 10 luglio l’attore George Clooney ha detto che è necessario un nuovo candidato, perché in questa situazione i Democratici perderanno le elezioni presidenziali, ma anche quelle alla Camera e al Senato.

Sempre il 10 luglio il senatore del Vermont (Peter Welch) è stato il primo senatore Democratico a chiedere il ritiro di Biden. 

Ci sono anche dubbi sul reale sostegno dei sindacati che in questi anni sono stati attivi sostenitori di Biden.

Joe Biden ha ripetuto più volte di voler rimanere candidato alle presidenziali di novembre.

Leggi anche: Come si elegge il presidente degli Stati Uniti.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *