Bambini con la pistola

Negli USA è un fenomeno diffuso

  • Il diritto al possesso privato delle armi negli Stati Uniti risale al secondo emendamento della Costituzione (1791).
  • L’obiettivo di questo diritto era formare “una milizia bene organizzata”.
  • Nel corso del tempo l’obiettivo si è sempre più spostato verso la difesa personale.
  • Negli Stati Uniti ci sono circa 300 milioni di armi da fuoco di proprietà di privati su una popolazioni di circa 315 milioni di abitanti.
  • La lobby dei produttori di armi negli Stati Uniti (NRA) è molto potente.
  • Il presidente Obama si è battuto per ridurre la libertà nell’acquisto di armi.
  • Un problema nel problema è l’uso delle armi da parte di bambini.
  • Ad esempio, negli USA un’azienda che produce armi (Keystone Sporting Arms) è specializzata nella produzione di armi per bambini.
  • Il sito internet di quest’azienda ospita un “Angolo dei bambini” con molte immagini di bambini che imbracciano fucili.
  • Da gennaio di quest’anno e quindi in soli 4 mesi, 77 minorenni negli Stati Uniti hanno sparato a qualcuno per errore.
  • Dal 20 aprile ci sono stati almeno 7 casi in cui un bambino tra gli 1 e i 3 anni ha sparato a se stesso o altre persone.
  • In 5 casi i bambini si sono sparati e si sono uccisi per sbaglio.
  • In 1 caso un bambino di 2 anni ha ucciso la madre con la pistola trovata nel sedile posteriore dell’auto su cui viaggiava.
  • Nell’ultimo caso un bambino si è sparato a un braccio e dovrebbe sopravvivere.
  • Il quotidiano Washington Post in uno studio ha evidenziato che nel 2015 ogni settimana un bambino piccolo ha sparato a qualcuno.
  • In alcuni Stati le leggi che stabiliscono come riporre le armi per tenerle lontane dai bambini sono accomodanti.
  • L’analisi dei diversi episodi ha potuto verificare che in questi Stati si verificano più incidenti nell’uso delle armi da parte di bambini.
  • Un altro dato che può aumentare le probabilità che un bambino maneggi armi da fuoco risiede nelle abitudini sociali nell’uso delle armi proprie del luogo in cui vive.
  • Gli Stati dove l’uso delle armi è più quotidiano e accettato hanno maggiori rischi di vedere bambini che giocano con pistole e fucili.
  • Intanto la strage continua.