26 Aprile 2024 |

Tempo di lettura: 11'

Gli Stati Uniti inviano nuovi aiuti all’Ucraina

I soldi servono a mandare nuove armi ed evitare la bancarotta dello stato ucraino
aiuti-militari-stati-uniti-ucraina

Il fatto.

Il 24 aprile il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha firmato la legge che fornirà nuovi aiuti militari ed economici a Paesi sotto l’influenza degli Stati Uniti.

QuestI Paesi sono Ucraina, Israele, Taiwan.

La legge prevede in tutto aiuti per 95,3 miliardi di dollari (89 miliardi di euro).

L’Ucraina riceverà 60,8 miliardi di dollari.

L’esercito ucraino si trova da mesi sulla difensiva e in difficoltà principalmente a causa della mancanza di armi e munizioni, oltre che di soldati.

26, 4 miliardi, invece, sono per Israele e per aiuti umanitari ai civili nelle zone di guerra.

8,1 miliardi sono per la regione dell’Indo-Pacifico, e in particolare per Taiwan.

Come sono divisi gli aiuti all’Ucraina.

I 60,8 miliardi di dollari di aiuti all’Ucraina sono divisi in vari categorie di spesa.

15,8 miliardi di dollari andranno agli aiuti militari per l’esercito ucraino. Finanziano programmi di addestramento dei soldati ucraini, i servizi segreti, e soprattutto finanziano invio di armi.

Il governo americano comprerà armi direttamente dai fornitori privati (americani) e poi li manderà in Ucraina.

8 miliardi di dollari per la disposizione di legge (Presidential Drawdown Authority) che permette al presidente degli Stati Uniti di trasferire armi delle forze armate americane verso paesi alleati in difficoltà, in caso di emergenza. Negli ultimi due anni, il presidente Biden ha usato più volte questa disposizione per inviare armi all’Ucraina.

13,4 miliardi di dollari servono per le scorte di armi dell’esercito americano. Queste scorte, infatti, sono a livelli molto dopo i trasferimenti degli anni scorsi a favore dell’Ucraina.

20 miliardi di dollari saranno destinati a sostenere le operazioni della parte dell’esercito che si occupa delle operazioni in Europa.

9,5 miliardi di dollari, infine, servono per sostenere l’Ucraina economicamente. Lo Stato ucraino, infatti, a causa della guerra è vicina alla bancarotta e rischia di non poter pagare stipendi e servizi.

Foto di Myko Makhlai su Unsplash.

Leggi anche: IL PAPA: “MI VERGOGNO PER L’AUMENTO DELLE SPESE PER LE ARMI”

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *