20 Dicembre 2018 |

Tempo di lettura: 6'

ZAGABRIA E IL MUSEO DEI CUORI INFRANTI

IL FATTO.

  • Zagabria è la capitale della Croazia, una delle repubbliche che formavano la ex Jugoslavia.
  • Zagabria è una bellissima città, ricca di vita e con molti musei da visitare.
  • Zagabria ospita un museo molto particolare: il Museo dei cuori infranti.

A CHE COSA SERVE IL MUSEO.

  • Questo museo nasce nel 2006 da un’ idea di due artisti che, dopo anni di amore, si erano lasciati.
  • I due artisti decisero di raccogliere in una mostra gli oggetti del loro amore.
  • L’obiettivo era “evitare che ciò che era stato andasse perduto”.
  • Quando un amore finisce si lascia dietro una scia di ricordi: oggetti comprati insieme, regali, foto, lettere…
  • Alcune persone conservano questi oggetti;  altre li buttano via: la scelta è sempre complicata e spesso dolorosa.
  • Ora il Museo dei cuori infranti offre un’alternativa.
  • È possibile, infatti, lasciare una traccia dell’amore finito in questo museo.

COME È ORGANIZZATO IL MUSEO.

  • Il museo è diviso in 3 sezioni.
  • C’è una parte “virtuale” (un sito internet) dove è possibile condividere i propri ricordi, le proprie esperienze, le proprie immagini.
  • C’è lo spazio fisico del museo dove sono esposti gli oggetti che le persone inviano.
  • Questi oggetti sono esposti a rotazione e sono periodicamente sostituiti con i nuovi ricordi  man mano che arrivano.
  • Uno degli oggetti più curiosi esposti è un ferro da stiro proveniente dalla Norvegia.
  • Il ferro, come ha dichiarato chi lo ha inviato, è stato “usato per stirare un abito da sposo”.
  • C’è, poi, una parte interattiva.
  • Qui visitatori lasciano, (in formato audio), dichiarazioni personali  legate alla loro vita di coppia.
  • Accanto al museo, infine, c’è un negozio di souvenir.
  • Uno degli oggetti più venduti è una gomma “per cancellare i brutti ricordi”.
CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *