CASAPOUND E LO SGOMBERO - informazionefacile
CASAPOUND E LO SGOMBERO
DAL 3 GIUGNO SI PUÒ VIAGGIARE TRA REGIONI
3 Giugno 2020
CHE COSA È IL “PIANO COLAO”
10 Giugno 2020
Mostra tutto

CASAPOUND E LO SGOMBERO

IL FATTO.

  • CasaPound è un organizzazione neofascista italiana.
  • Dal 2003 (quindi da 17 anni) Casa Pound occupa un edificio di proprietà del Demanio, cioè dello Stato italiano.
  • Quest’edificio è a Roma vicino alla Stazione Termini ed è molto grande; ha 6 piani e circa 20 appartamenti.
  • Nella mattina del 4 giugno è arrivato a Casa Pound un provvedimento giudiziario  che ordina il recupero dell’edificio di proprietà pubblica.
  • Questo provvedimento è legato a 2 indagini.
  • Un’indagine riguarda l’occupazione abusiva; l’altra indagine è per associazione a delinquere finalizzata all’istigazione all’odio razziale.
  • Al momento, son i militanti di CasaPound indagati sono 16.
  • Oltre alla sede nazionale di CasaPound, nel palazzo abitano 18 famiglie che si dichiarano in “emergenza abitativa”.
  • Queste famiglie hanno, però,  legami stretti  con esponenti importanti del movimento e non sembrano avere problemi economici.

IL PALAZZO E CASA POUND.

  • Nel 2003, quando CasaPound ha iniziato l’occupazione il palazzo era vuoto.
  • Prima c’erano  uffici del ministero dell’Istruzione che lo aveva avuto in prestito d’uso dal Demanio (L’agenzia statale che gestisce i beni dello Stato).
  • Il ministero aveva chiesto quasi subito lo sgombero del palazzo.
  • Per anni  nessuno si era occupato dello sgombero.
  • Virginia Raggi, sindaca di Roma, aveva fatto dello sgombero uno degli obiettivi della sua azione politica.
  • a gennaio 2019, il comune di Roma aveva approvato una mozione per chiedere lo sgombero.
  • A inizio luglio 2019, anche l’Agenzia del Demanio aveva presentato una nuova denuncia per chiedere lo sgombero.
  • Intanto la sindaca Raggi ha proseguito nelle sue azioni.
  • CasaPound si opponeva allo sgombero portando il caso all’attenzione del Presidente della Repubblica.
  • Anche l’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) nel 2019 aveva presentato un esposto contro Casapound, chiedendo tra le altre cose lo sgombero della sede abusiva.
  • La Corte dei Conti è un organo dello Stato che si occupa dei beni e delle entrate e delle uscite dello Stato.
  • La Corte dei Conti ha chiesto a CasaPound i 4,6 milioni di euro di risarcimento per l’occupazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *